Parliamoci
Parliamoci
Violenza
Troppe
dolori e preoccupazioni
Conflitto
Mi fa vomitare!
Conflitto
Violenza
Lasciami in pace!
VIOLENZA
Violenza sessuale
Via le mani!
Violenza sessuale
Bullismo
Mi stai ferendo…
Bullismo
Gender
Sono diverso/a…
Gender
Dipendenze
Non riesco piú a smettere!
Dipendenze
Disturbi d’ansia
AIUTOOO!
Disturbi d’ansia
Autolesionismo
Farmi male (non) aiuta!
Autolesionismo
disturbi dell'alimentazione
Sono troppo grasso/a!
disturbi dell'alimentazione
Burnout
Ho bisogno di una pausa!
BURNOUT
Depressione
Non ce la faccio piú…
Depressione
Suicidio
Come sto?
Suicidio
Parliamoci
Violenza
Conflitto
Violenza
Violenza sessuale
Bullismo
Gender
Dipendenze
Disturbi d’ansia
Autolesionismo
disturbi dell'alimentazione
Burnout
Depressione
Suicidio
previous arrow
next arrow

“Parliamoci”

Perché parlarne è importante

Nella nostra vita di tutti i giorni, i momenti in cui ci sentiamo male e le crisi mentali non diventano quasi mai un tema. Non ne parliamo, cerchiamo minimizzare. Spesso non sappiamo come possiamo/dobbiamo affrontare le situazioni, non ci fidiamo di noi stessi o abbiamo paura.

Eppure siamo tutti direttamente o indirettamente colpiti da piccole o grandi crisi. Non importa se siamo noi stessi in crisi o se sono coinvolti parenti, amici o colleghi.

Non distogliamo lo sguardo, allunghiamo la mano e parliamo, insieme siamo più forti.

Parliamone!

#redmoramoldriber

#parliamoci

Affrontare le crisi mentali

E quando guardi a lungo in un abisso, anche l’abisso ti guarda dentro.
Friedrich Nietzsche

Se qualcuno è ferito, prendi delle bende, dai il primo soccorso e chiama il pronto intervento. Se qualcuno non sta bene, spesso non si sa come aiutare al meglio. Ma non è difficile: guardare, parlare, ascoltare, offrire una mano.

Non distogliere lo sguardo quando qualcuno non sta bene. Parlagli e ascolta con pazienza. Le persone in crisi mentale hanno bisogno di tempo per parlare. Se qualcuno può parlare dei suoi problemi, questo può già essere molto sollevante e utile. Un orecchio aperto può ottenere molto.

  • Parlare fa bene
  • Le persone colpite hanno la sensazione di non essere sole
  • Si sentono prese sul serio e incoraggiate
  • Condividere significa anche aver condiviso qualcosa con qualcuno, allevia il peso.
  • Parlare aiuta a riordinare le cose, ad acquisire nuove prospettive, a trovare soluzioni.
  • È più facile ottenere un aiuto professionale insieme che da soli.
  • Ti dà anche la sensazione di aver fatto qualcosa, di aver aiutato e sostenuto qualcuno.

Segni di una crisi

Cosa puoi fare per gli altri

Cura di sé

Fare del bene al tuo corpo e alla tua mente ti dà gli strumenti anche per le situazioni di crisi, quindi pratica l’auto-cura: ascolta il tuo corpo e la tua anima.

Come per il primo soccorso fisico, prima di tutto bisogna proteggersi. Solo quando ci si sente sicuri si può aiutare bene gli altri. Presta attenzione ai tuoi sentimenti, ai tuoi bisogni e alla tua forza. Cosa puoi e cosa vuoi aspettarti da te stesso? Se non vi sentite in grado di aiutare, chiedete supporto ad altre persone o chiedete un aiuto professionale.

Le crisi o le malattie mentali possono colpire chiunque e non sono mai autoinflitte. Ma coloro che sono psicologicamente “preparati” trovano più facile ritrovare il loro equilibrio. La resilienza mentale rende più facile resistere alle influenze negative. La resilienza mentale può essere attivamente rafforzata in molti modi.

  • presta attenzione alle tue esigenze
  • l’esercizio fa bene al corpo e alla mente
  • prenditi del tempo per goderti la natura
  • fai caso anche alle piccole cose della vita
  • coltiva i tuoi hobby
  • abbi cura dei contatti sociali, gli amici e i colleghi sono preziosi, sono una fonte di sostegno e di forza
  • iscriviti ad un’associazione: può dare forza
  • di’ “no” una volta ogni tanto
  • prenditi cura della tua salute e segui una dieta equilibrata.
  • prenditi regolarmente del tempo libero dalla vita quotidiana
  • sii grato per le cose buone della tua vita e guarda positivamente al futuro.
  • credi in te stesso
  • rimani curioso, impara cose nuove ti fa bene
  • chiedi aiuto – accettare l’aiuto rende voi e le vostre relazioni più forti
  • cerca di divertirti, ridi, rilassati
  • crea piccoli rituali di “benessere” per te stesso
  • impara a conoscere i tuoi punti di forza e affronta i problemi

Come iniziare una conversazione

Con una chiacchierata puoi dare un contributo significativo per far sentire di nuovo meglio l’altra persona. Poiché iniziare una conversazione può essere difficile, ecco alcuni esempi:

“Sono preoccupata… Non stai bene?”
“Ho la sensazione che tu non stia molto bene al momento. Vorresti parlarne con me? Anche in un altro momento?”
“Ho sentito che… Immagino che sia molto stressante. Come ti senti a riguardo?”.
“Sei pallido, c’è qualcosa che posso fare per te?”
“Sono preoccupato per te, ti trovo un po’ giù ultimamente”.
“Ho notato che ultimamente sei un po’ introversa. C’è qualcosa che ti preoccupa/preme in questo momento? Se vuoi parlarne – sono qui per te”.
“Stanno succedendo molte cose nella tua vita in questo momento. Immagino che sia molto impegnativo. C’è qualcosa che posso fare per sostenerti?”.

Altri link

Azienda sanitaria della Provincia Autonoma di Bolzano: non sei da solo

Rete di prevenzione del suicidio: Homepage

Forum Prevenzione: Homepage

Pro Mente Austria: Erste Hilfe für die Seele

Deutschschweizer Kantone und Stiftung Pro Mente Sana: Wie geht’s dir?

Forum Prevenzione: share the love social

“Südtiroler*in des Tages”: progetto “Parliamoci”