Slide One
Lasciami in pace!
Violenza
Slide One
Lasciami in pace!
Violenza

Violenza – Lasciami stare! Far del male non è normale!

COSÌ NON VA! LA VIOLENZA NON È MAI LA SOLUZIONE!

“La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L’odio non può scacciare l’odio: solo l’amore può farlo. L’odio moltiplica l’odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione.”

Martin Luther King

Breve definizione di violenza

Perché esiste la violenza

Conseguenze della violenza

Il “Codice Rosso”

Cosa fare contro la violenza

Parla con qualcuno! Chiedi aiuto! Liberati da questa situazione!
Se sospetti che qualcuno stia vivendo o abbia vissuto episodi di violenza, parlagli.
Chiediti come puoi renderti utile!
Se hai subito violenza, PER FAVORE cerca aiuto, devi uscire da questa spirale negativa, tu hai il diritto di vivere normalmente!

Chiedi di “Erika” – C´é Erika?

Hai bisogno di aiuto medico dopo la violenza? Sei spaventata? Non hai il coraggio di dire la verità? Sei stata ricattata da chi ti ha fatto questo?
CHIEDI di “Erika”… in ospedale, dal medico o in una qualsiasi struttura medica in Alto Adige.
La parola in codice “Erika” vi aiuterà:
NON è necessario aspettare nel reparto del pronto soccorso.
sarai così visitata immediatamente da sola in una stanza prer te
con il tuo consenso sará allertara la polizia
ti saranno assicurati consigli, informazioni, protezione e aiuto

Chiedi aiuto qui

Per tornare a casa in sicurezza: Taxi Rosa e Taxi per anziani

Link all’app “Sicherheitstipps für Gitschen”

Sono soltanto parole

“Per fortuna sono soltanto parole. Certo, se le parole fossero la traduzione dei pensieri, quello sarebbe grave, proprio un incubo. All’asilo, un bambino potrebbe maturare l’idea che le bambine siano meno importanti di lui, da ragazzo crescere nell’equivoco che le ragazze siano in qualche modo di sua proprietà e poi da adulto, è solo un’ipotesi eh, potrebbe non ritenere grave offenderle, deriderle, palpeggiarle. Se fosse così potrebbe diventare anche pericoloso. Una donna potrebbe essere aggredita, picchiata, sfregiata dall’uomo che la ama, uno che la ama talmente tanto da pensare che la sua vita è roba sua e quindi può farne quello che vuole. Ma sono soltanto parole.”

Monologo di Paola Cortellesi in occasione del David di Donatello 2018.

Download